Per fare l'Europa ci vuole ben altro!

Fermiamo la 'Troika per tutti'! - No ad un nuovo patto per la competitivitá

É iniziato il conto alla rovescia. Il Consiglio Europeo intende definire entro la fine di Giugno 2013 un Patto per la Competitivitá la Convergenzá. In questo modo si intende estendere a tutta Europa le politiche della crisi applicate in Grecia, Spagna o Portogallo, La politica dell’Unione Europea è priva di risultati positivi, produce disoccupazione di massa e fa aumentare i debiti. Anziché modificare la ricetta neo-liberale, se ne aumentano le dosi. Il cosiddetto Patto per la Competitività non è nient'altro che un patto che favorisce il dumping salariale, lo smantellamento dello stato sociale e le privatizzazioni.

Troika per tutti. Tutti gli stati membri saranno obbligati a realizzare “riforme strutturali”. La disastrosa politica dei tagli imposta a Grecia, Spagna e Portogallo ci mostra chiaramente cosa si intenda per “riforme strutturali”: riduzione delle prestazioni sociali come tagli alle pensioni, smantellamento della contrattazione collettiva di settore e privatizzazione di acqua, istruzione e fornitura di energia.

L'Europa è diversa. Noi rifiutiamo questo piano della Commissione Europea. Invitiamo tutti coloro i quali vogliono un'altra Europa a fare pressione sui governi e i parlamenti dei loro paesi, affinché si impegnino, nella prossima riunione del Consiglio Europeo, a rifiutare l'approvazione del Patto per la Competitività. E' necessaria una inversione di marcia, per costruire un'Europa dei popoli, democratica, sociale ed ecologica.